20/03/06

 

Elogio della nostalgia


La nostalgia è comunemente nota come un sentimento di lusso, uno di quelli che non ci si dovrebbe permettere perchè ozioso, letterario e intimista, decisamente improduttivo e antimoderno.
Forse ci sono un po' troppo portata, ma scansionando vecchie foto -complici i coldplay di sottofondo- mi ritrovo a concedermi il lusso. Credo sia una sensazione sottovalutata, che riesce a dare una dimensione universale a quell'ombra che ci accompagna. Guardo i volti in bianco e nero, i fotogrammi del tempo che si disfa e diviene lentamente polvere mentre Crono continua a mangiare.
Prima sono frammenti personali... le notti estive, le costellazioni sopra la casa rossa, la voce dello zio Sandro e la sigaretta dello zio Irlando, il canto dei grilli, il gilera e il rumore della ghiaia sotto le suole, l’aria tiepida sulla pelle. Poi divengono storia, secoli e millenni di presente.
E' la coda della cometa che si trascina via tutta quell’energia che fu vita. Esplosa, rossa, gialla, urlata, un valzer di corpi e di menti che dopo un istante inizia la sua agonia. La morte del tempo è al di fuori del tempo.
Con la mente azzurrata dalla nostalgia di tutte le storie del mondo, rimango ad ammirare la danza di Shiva, l’eplosione erotica di tutti i continenti dell’oggi che ha già cominciato a sgretolarsi nel domani. E considero che non è affatto un sentimento inutile.

Comments:
non c'è bisogno di una foto ingiallita per vedere quanto siamo cambiati (mcr)
 
Posta un commento



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

www.flickr.com
This is a Flickr badge showing public photos from candide66. Make your own badge here.